In ogni istante
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (14 voti, media: 3,79 su 5)
Loading...
Country:
Francia
Year:
2018
Category:
Cinema King, Drammatico
Duration:
1 hours 45 minutes
Director:
Nicolas Philibert
Age restriction:
No

Programmazione SALA VIRTUALE

giovedì 9/7, ore 13:00

venerdì 10/7, ore 10:00

sabato 11/7, ore 13:00

domenica 12/7, ore 10:00

lunedì 13/7, ore 13:00

martedì 14/7, ore 23:30

 

 

 

Il film potrà essere visto per 24h dall’ora di inizio programmazione. Per acquistare il biglietto della sala virtuale cliccare qui: https://king.wanted.18tickets.it/

Acquista il biglietto € 7,00

Recensione

Ogni anno numerosissimi giovani uomini e donne si iscrivono all’Institut de Formation en Soins Infirmiers per accedere a un tirocinio pluriennale. Nicolas Philibert li segue dai primi apprendimenti teorico-pratici fino al confronto diretto con la malattia e il dolore.

Per chi non conosce il cinema di Philibert è necessaria una premessa. Ogni suo documentario è frutto di un lungo lavoro di osservazione e di inserimento nelle realtà la cui vita andrà a sintetizzare nella durata della proiezione.

Le riprese del montaggio definitivo hanno pertanto la ‘verità’ di una telecamera ormai non più percepita come tale dai soggetti ripresi ma come parte ‘naturale’ del contesto. Ecco quindi scorrere davanti ai nostri occhi un processo di conoscenza che coincide con un’acquisizione di consapevolezza e maturità che non sono solo tecniche ma profondamente umane.

Mentre si assiste alle varie fasi del percorso di queste ragazze e ragazzi il pensiero non può non andare alla situazione mondiale attuale e al ruolo fondamentale che in essa hanno svolto gli infermieri. La riconoscenza loro dovuta talvolta ha tracimato in retorica, atteggiamento del tutto alieno a Philibert che, così facendo e girando in tempi lontani dalla pandemia, rafforza e non diminuisce la sensazione nello spettatore dell’importanza di questa professione.

Lo sguardo del regista è attento a cogliere in ogni situazione (nelle istruzioni su come fare una puntura così come nel prelievo di sangue fatto a una paziente silente ma evidentemente tesa) tutta l’attenzione che chi si sta specializzando mette in un lavoro che richiede la giusta misura di coinvolgimento e distacco. La scelta di seguire l’apprendistato, di vedere come insieme alle nozioni operative si lavori sulla preparazione psicologica e poi il mostrare come si debba tener conto delle varie sensibilità quando si procede alla valutazione dopo la sperimentazione in corsia, ci permette di comprendere meglio in cosa consista l’essere infermiere.

Ci penseranno poi gli anni e magari anche una certa consuetudine con la manifestazione del dolore altrui ad indurire o a rendere ancora più sensibili i vari soggetti. Quel che è certo è che, dopo aver visto questo documentario, la prossima volta che avremo a che fare con un’infermiera o un infermiere li guarderemo con occhi diversi.

Giancarlo Zappoli, my movies

Comments are closed.