Ecco le condizioni di accesso agli spettacoli dell’Arena Argentina che le Linee guida impongono ai cinema all’aperto e che applicheremo, a tutela della vostra e nostra salute e per scongiurare future chiusure imposte.

1]  😷 MASCHERINA: va indossata sempre, ma una volta che si è seduti al proprio posto, a inizio spettacolo, può essere tolta per godere in libertà della visione del film.

2 ] 🛋️ POSTO: i posti saranno assegnati al momento dell’acquisto del biglietto al botteghino. I conviventi avranno diritto a ottenere posti contigui. Lo staff dell’arena non ha l’obbligo di verifica, pertanto ogni dichiarazione avverrà sotto esclusiva responsabilità dello spettatore.

3] 💰 BOTTEGHINO: per favorire un afflusso regolare, l’orario di apertura è anticipato alle ore 20 per lo spettacolo – che sarà sempre unico – delle ore 21. Per evitare le code, chiediamo la vostra collaborazione: oltre a premunirsi dei soldi del biglietto mentre si è in fila, bisognerà portare con sé la TESSERA SANITARIA. Chi vorrà, potrà fornire un recapito telefonico al quale essere raggiunto in caso di comunicazioni dalle autorità sanitarie. I dati personali verranno inseriti in un registro presenze, custoditi dal nostro personale per 15 giorni e poi distrutti.

4] 🎟️ BIGLIETTO: come annunciato, data la capienza più che dimezzata, siamo costretti a effettuare un ritocco minimo al prezzo.
Ecco le nuove tariffe: Intero: 4,00 euro
Ridotto tesserati Cinestudio e under 26: 3,00 euro
Ridotto over 65: 3,50 euro
Abbonamenti 5 ingressi: 15,00
I titolari di abbonamento dovranno comunque registrarsi al botteghino.

5] 🚶‍♂️🚶‍♀️ DISTANZIAMENTO: come in tutti i luoghi pubblici, vi raccomandiamo di mantenere la distanza di almeno 1 metro in fila al botteghino, alla buvette e al bagno.

Vedrete che sarà più semplice a farsi che a dirsi: rispettando queste poche e semplici indicazioni – a molte delle quali siamo ormai abituati nella vita quotidiana – potremo vivere un’altra fantastica estate di cinema insieme, tutelando la nostra salute ed evitando altre chiusure forzate.
Non ci resta che tornare all’Argentina! 💙